Hotel Mirabeau

Contatti

Via Provinciale, 79, Civenna di Bellagio Co

Itinerario sul lago a Lecco e provincia

lecco

Sulla sponda orientale, di fronte a Garavedona, si trova la Penisola di Piona, dove si puo` visitare l’Abbazia Cistercense, un Chiostro con Colonnato a Capitelli differenti. E` una chiesa del XI secolo.

Bellano con il suo “Orrido” e la magnifica Chiesa di S. Nazaro e Celso del 1348, dove si possono ammirare affreschi del 1530.

Varenna, posta sulle rive del lago di Como, fronteggia Bellagio a cui e` collegata tramite traghetto. Nominata come villaggio dei pescatori nel 769 fu alleata nell’epoca dei Comuni a Milano e venne distrutta dai Comaschi nel 1126. Accolse gli Esuli dell’Isola Comacina, che subi` simili sorte nel 1169: venne devastata ed il suo Castello e le sue Chiese distrutte.

Mandello del Lario: la sua altitudine varia dai 200 metri sul livello del Lago, ai 2409 metri della Grigna Settentrionale.
A Madello è situato il Museo della Moto Guzzi, patrimonio storico, tecnico e culturale, raccoglie una ricchissima collezione di oltre 150 pezzi espositivi tra moto di serie e moto sportive, nel museo sono esposti pezzi unici.

La Citta` di Lecco e` famosa principalmente per lo scrittore Alessandro Manzoni, colui che ha scritto i Promessi Sposi.

~Il romanzo inizia con la descrizione di Don Abbondio mentre passeggia per le stradine di Lecco recitando il breviario e ammirando il paesaggio. Arrivato ad una biforcazione del sentiero, il curato trova due bravi che lo attendono e gli intimano di non celebrare il matrimonio fra due paesani, Renzo e Lucia, perche` Don Rodrigo, il signorotto del paese, e` contrario all’unione. Tornato alla Parrocchia, Don Abbondio confessa tutto a Perpetua, che giura di non dire niente a nessuno. Il giorno delle nozze, pero`, mentre sta parlando con Renzo in merito all’improvviso rinvio del suo matrimonio, la serva si lascia sfuggire troppi particolari sulla faccenda e così il giovane scopre il ricatto e lo racconta a Lucia e a sua madre Agnese. In un primo momento, il ragazzo decide di rivolgersi al dottor Azzecca-Garbugli speraando che la legge lo tuteli, ma l’uomo è corrotto e lo caccia malamente. Lucia, allora, chiede l’aiuto di Fra Cristoforo, il suo padre confessore. Il buon religioso si reca quindi al castello di Don Rodrigo per convincerlo a mettere fine a questa bravata. Egli cerca di far ragionare il prepotente, ma Don Rodrigo non è disposto ad ascoltare i consigli del Frate. Agense elabora un piano per far sposare la figlia con il suo promesso: effettuare un matrimonio a sorpresa. Per celebrare queste particolari nozze agli sposi basta presentarsi davanti al curato con due testimoni e recitare davanti a lui le frasi di rito per diventare marito e moglie a tutti gli effetti. Purtroppo anche questo piano fallisce. Agnese, Renzo e Lucia decidono quindi di scappare a Lecco…~

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *